I deputati e senatori 5 stelle restituiscono le diarie: un milione e mezzo di euro.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto? Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente tante assicurazioni e trovare la meno cara!

I deputati ed i senatori del Movimento 5 Stelle finalmente abbandonano le polemiche interne e dimostrano con i fatti la loro distanza dagli altri parlamentari con la restituzione di 1 milione e mezzo di euro di diaria non utilizzate.

Sostieni Report e Milena Gabanelli. Fai MI PIACE e segnala ai tuoi amici!

Oggi è stato il giorno della restituzione di questa cifra che se non risolverà i problemi italiani dimostra di come sia possibile fare politica in modo diverso. Di come si possa far politiche con cifre più in sintonia al periodo di cresi che stiamo attraversando. Ricordiamo poi che il Movimento 5 Stelle è l’unico partito che ha rinunciato ai rimborsi elettorali, un bel po’ di milioncini di euro che verranno restituiti allo stato. Fra l’altro, fanno sapere i deputati e senatori a 5 stelle, se tutti i politici facessero come noi si potrebbero risparmiare ben 40 milioni di euro.

In pratica la restituzione delle diarie è demandata ai singoli parlamentari. Ognuno, a seconda delle proprie esigenze, ha restituito la cifra non utilizzata, al netto delle spese “reali” sostenute: alloggio, vitto, spese di trasporto.

Sostieni Report e Milena Gabanelli. Fai MI PIACE e segnala ai tuoi amici!

Ultimamente il Movimento 5 Stelle era stato al centro dell’attenzione per delle polemiche proprio sulla restituzione delle diarie o per la partecipazione a delle trasmissioni televisive senza autorizzazione dai vertici. Ora sembra che tutto si sposti sui binari giusti e chissà che per il Movimento 5 stelle non sia l’inizio della ripresa magari in vista delle prossime elezioni anticipate.

Sostieni Report e Milena Gabanelli. Fai MI PIACE e segnala ai tuoi amici!

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto? Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente tante assicurazioni e trovare la meno cara!

Comments

comments

Powered by Facebook Comments