Tornare sui libri per ricrearsi un futuro

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto? Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente tante assicurazioni e trovare la meno cara!

 

I numeri sulla disoccupazione giovanile che vengono diffusi mensilmente dall’Istat, sono preoccupanti e scoraggianti. La percentuale di ragazzi tra i 15 e i 24 anni, non più studenti e quindi in cerca di un occupazione, che si trovano senza lavoro è quasi del 40%.

La sensazione comune tra questi ragazzi è quella di essere stati depredati del loro futuro da parte delle generazioni che li hanno preceduti, le quali hanno saputo solo amministrare male e sperperare.

Molti sognano la fuga all’estero, anche se spesso non è chiaro nemmeno a loro in quale Paese emigrare, dato che la crisi riguarda buona parte degli stati del mondo.

I tanti giovani che escono dalle università italiane impiegano ormai diversi mesi prima di trovare un’occupazione, che spesso consiste in uno stage non pagato o sottopagato. Per i ragazzi che escono dalle scuole superiori con in tasca soltanto un diploma, le difficoltà sono ancora più consistenti.

Moltissime imprese stanno cessando la loro attività in Italia e sono dunque molte le persone anche di una certa età che vanno a rimpinguare la categoria sociale dei disoccupati. Per persone sopra i 40 anni rientrare nel mercato del lavoro si rivela un’impresa improba, soprattutto per coloro che non possiedono titoli e competenze elevate. Soggetti di questo tipo sono le vittime più deboli e indifese della crisi economica.

Per accrescere il prestigio del proprio cv e rendersi appetibili nei confronti delle aziende si può scegliere di iscriversi a corsi di formazione o, per chi non possiede i titoli di studio più bassi, alle scuole di recupero anni scolastici. Esiste il recupero scuola superiore, ma anche il recupero scuola media.

Sai quanto puoi risparmiare sulla tua assicurazione auto? Oggi puoi in 1 minuto confrontare rapidamente tante assicurazioni e trovare la meno cara!

Comments

comments

Powered by Facebook Comments